Estinzione Mutuo


Alcune volte ci troviamo in difficoltà nell’acquisto di una casa e per questo ricorriamo all’accensione del mutuo. Ma le cose possono cambiare e improvvisamente possiamo trovarci in grado di estinguere il mutuo aperto e risolvere cosi in un’unica soluzione il nostro debito.

Possiamo chiedere nel caso una estinzione anticipata del mutuo e possiamo farlo in modo parziale o totale. Questa clausola è garantita dall’articolo 40 comma 1 del Testo Unico Bancario ed è per questo motivo inserito in tutti i contratti di mutuo di tutti gli istituti di credito.

Alcune banche possono fissare un periodo inziale entro il quale non è possibile richiedere l’estinzione anche se questo vincolo potrebbe essere messo in discussione per via della normativa citata prima. In ogni caso in alcune banche la chiusura anticipata di un mutuo è tassata con una “penale di estinzione” che è una commissione che la banca si riconosce per la gestione della pratica e per ammortizzare un pochino le mancate entrate.

Quando pensare all’Estinzione Mutuo

Quando pensiamo ad estinguere un mutuo possiamo scegliere di agire in due modi: con una estinzione parziale o con una estinzione totale. Nel caso della estinzione parziale per il ricalcolo della rata sul debito residuo si dovrà detrarre dal capitale tutta la parte dello stesso che è stata anticipatamente versata. In questo modo la rata andrà a ridursi d’importo.

In altri casi invece si può richiedere di mantenere lo stesso importo della rata ed di ridurre invece la tempistica di rimborso del capitale residuo. Se invece scegliamo di fare una estinzione totale significa che andremo a chiudere in modo definitivo il contratto di mutuo versando tutto il capitale rimanente.

Al capitale si dovranno aggiungere in questo caso i costi relativi alla pratica di estinzione e all’amministrazione della pratica stessa. Inoltre possono essere richiesti gli interessi che riguardano il periodo trascorso tra il pagamento dell’ultima rata del vecchio piano di ammortamento e il giorno in cui si versa il saldo per l’estinzione del mutuo.

Con l’estinzione del mutuo si può richiedere anche la cancellazione automatica dell’ipoteca, cosa vivamente consigliata soprattutto nel caso di ipoteche a favore di istituti di credito o finanziarie.


Altre pagine correlate: Rinegoziazione mutuo * Contratto mutuo * Mutuo banca

Un pensiero riguardo “Estinzione Mutuo

  • 6 ottobre 2011 in 9:59
    Permalink

    buongiorno io ho un mutuo a tasso fisso di 110000 euro fatto 7 mesi fa con durata 30 anni.Il mio debito residuo è di circa 109000 euro.La mia rata è di 550 euro.Ora vorrei restituire alla banca 20000 euro mantenendo uguale la rata.Di quanto tempo mi si abbassera’ il mutuo grazie

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*