Estinzione del mutuo: il desiderio (non nascosto) degli italiani


mutuoGli italiani hanno detto addio alla speranza di trovare il “vero” amore, alla possibilità di realizzarsi in campo professionale, o alla pace nel mondo.

Il desiderio più ricorrente da parte dei nostri connazionali è, più pragmaticamente, l’estinzione del mutuo contratto per la propria casa: è questo l’esito di un recente sondaggio condotto – in odor di Notte di San Lorenzo – da Found.

Il sondaggio (condotto con un monitoraggio online di circa 1.200 italiani, e consultazione di un team di 50 sociologi, psicologi e psicoterapeuti) ha dato un risultato piuttosto chiaro, ma non confortante: il 71 per cento degli italiani di sesso maschile mette la casa, e l’estinzione del mutuo, al primo posto dei propri desideri, nemmeno troppo nascosti.

È la conseguenza della crisi, afferma il team di studiosi, un vero e proprio appiattimento della capacità di sognare, sintomo di grave depressione. Dal sondaggio emerge anche che il 45 per cento degli italiani ha smesso di esprimere grandi desideri, speranze e aspettative, con una prevalenza delle cose concrete piuttosto che quelle più ideali.

A resistere è comunque la forza dei mass media e dei giochi: il 27 per cento degli italiani ha infatti espresso di voler realizzare un sogno individuato grazie alla televisione, mentre il 55 per cento spera di diventare ricco grazie al SuperEnalotto & co. Ancora, il 64 per cento degli italiani spera di poter ottenere una nuova macchian, mentre il 59 per cento si “accontenta” di trovare un lavoro decoroso.


Per quanto concerne le altre voci di riferimento, trovare il grande amore è solamente al sesto posto, con il 47 per cento, superato dal 51 per cento di italiani che preferiscono la notorietà ad una partner per tutta la vita. Trovare il bel tempo durante le ferie (35%) e non trovarsi coinvolti da qualche disgrazia (29%) completano la lista dei desideri più ricorrenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*