Mutui casa: l’agente immobiliare non può più segnalare i finanziamenti


Entrano finalmente in vigore, dopo due anni dal varo del decreto legge 141/2000, i provvedimenti finalizzati a separare in maniera più netta le attività degli agenti immobiliari e quelle dei mediatori creditizi. Stando a una delle novità del provvedimento, in particolar modo, la segnalazione dei mutui non potrà più essere effettuata dalle agenzie immobiliari né, tanto meno, ricevere una provvigione a titolo commissionale per la segnalazione del mutuatario alla banca o alla società finanziaria di riferimento.

In questo modo, secondo le intenzioni del legislatore, le professionalità saranno più definite, separate e prive di commistioni.

Non solo: stando a quanto precisato all’interno del decreto legge, l’iscrizione agli elenchi dell’Organismo degli agenti e dei mediatori sarà necessaria per poter esercitare, e avverrà previo esame. Saranno esonerati dalla prova solamente coloro che hanno effettivamente esercitato l’attività di mediatore immobiliare per almeno tre anni nell’ultimo quinquennio. Non solo: devono aver percepito, per questa attività, compensi su base annua non inferiore ai 5 mila euro.

Gli elenchi tenuti dall’Oam sono aperti ufficialmente, ed è oggi possibile effettuare una rapida consultazione online, nella sezione degli elenchi. Il trasferimento dai vecchi albi al nuovo registro ha inoltre scremato in maniera molto significativa la platea degli operatori, visto e considerato che i mediatori creditizi iscritti agli albi erano più di 122 mila unità, e oggi sono molte meno le società abilitate.


Rimane ora da comprendere se la specializzazione richiesta possa o meno rendere più efficace o complesso il meccanismo di gestione delle pratiche di finanziamento. Quel che è noto è che sicuramente gli agenti immobiliari sono ora preoccupati dall’impossibilità di poter parlare di prodotti creditizi alla propria clientela, rendendo pertanto necessario il supporto di un consulente del credito per poter portare a termine regolarmente la trattativa. In caso contrario la compravendita potrebbe sfumare, con ciò che ne conseguirà per i business degli agenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*