Mutui: ecco quanto pagano gli italiani rispetto agli europei


Secondo una recentissima ricerca condotta dall’Adusbef, un cittadino italiano pagherebbe in più – rispetto a un collega europeo – circa 25 mila euro di interessi in 30 anni. Stando a quanto afferma l’associazione degli utenti dei servizi bancari e finanziari, infatti, una famiglia italiana che sottoscrive un finanziamento casa di 100 mila euro a 30 anni, pagherebbe una rata di 69 euro al mese più alta (ovvero, 828 euro in più ogni anno) rispetto a un altro mutuatario della zona euro.

La ricerca Adusbef – continua la stessa associazione – è stata formulata sulla base delle ultime rilevazioni compiute dalla Banca Centrale Europea: rilevazioni che testimoniano, affermano dalle sedi dell’istituto, che a conclusione del mutuo di 30 anni una famiglia italiana pagherà 24.480 euro in più rispetto a un altro cittadino dell’area Euro.

Stando alle rilevazioni del mese di dicembre, inoltre, il differenzia tra i tassi di interesse applicati nell’eurozona e i tassi applicati in Italia sarebbe rimasto invariato a quota 119 punti base. Un gap eccessivamente penalizzate per i mutuatari italiani, tanto da spingere il presidente Adusbef Elio Lannutti a chiedere agli istituti di credito una pronta riduzione del costo del denaro.

Lannutti parla in merito di atteggiamento utile a “saccheggiare le famiglie”, e che ci sarebbero state “solo impercettibili diminuzioni del differenziale di tasso sui mutui tra Italia e Unione Europea, passato a + 119 punti base a dicembre 2012, rispetto ai + 124 punti base di luglio 2012”. In un solo anno, inoltre, il differenziale suii tassi sarebbe pressochè raddoppiato, visto e considerato che era a quota 67 punti base a novembre 2011.


L’Adusbef conclude infine le sue comunicazioni segnalando come le banche continuino ad approfittare del basso livello dell’Euribor e dell’Eurirs (rispettivamente per i tassi variabili e i tassi fissi) per imporre spread altissimi sui mutui casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*