Mutui più difficili, gli italiani fanno rotta sull’affitto


Ottenere un mutuo è sempre più difficile. Ne risulta che gli italiani abbandonano il sogno di comprare casa e si dirigono verso un più congruo affitto. Nel primo semestre dell’anno in corso, la domanda di case in locazione è cresciuta ad un ritmo due volte superiore rispetto agli immobili in vendita, con un trend che si conferma anche sul fronte dell’offerta, consolidando pertanto le ipotesi di una inversione nei confronti dell’affitto. Ad ogni modo, non è solamente la ristrettezza creditizia delle banche a influenzare positivamente il mercato delle locazioni.

Le ragioni che stanno influenzando il fenomeno, infatti, sono anche da ricercare nei cambi normativi che negli ultimi mesi hanno impattato sul settore immobiliare. Basti ricordare l’incidenza dell’imposta municipale unica, con numerosi proprietari immobiliari che, per evitare di sostenere la nuova tassazione Imu, più penalizzante per gli immobili inutilizzati, hanno preferito porre in locazione la propria seconda o terza casa.

“La difficoltà ad ottenere un mutuo ha reso l’iter per l’acquisto di una casa sempre più complesso” – ha commentato in materia Guido Lodigiani, direttore corporate e ufficio studi di Gruppo Immobiliare.it, società che ha compiuto la rilevazione – “ed è naturale che gli Italiani abbiano dirottato il loro interesse verso soluzioni in affitto, pur perdendo i vantaggi del risparmio forzoso che garantisce l’acquisto di una casa; il calo dei prezzi di vendita degli immobili è diretta conseguenza di questo fenomeno”.


Ad ogni modo, a crescere sono anche le domande di compravendita, che al di là dell’interruzione del mese di giugno, hanno condotto a una crescita positiva delle richieste del 10 per cento. Le case in vendita aumentano infine del 9 per cento, contro una maggiore incidenza quantitativa delle case offerte in affitto, pari al 16 per cento. Una tendenza che dovrebbe proseguire almeno fino alla fine del 2012.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*