Sospensione rate mutuo: c’è tempo fino al 31 gennaio 2013


mutuiMancano ancora pochi giorni alla scadenza del termine utile per poter aderire all’iniziativa “Percorso Famiglia”, predisposta dall’Associazione bancaria italiana, in collaborazione con le principali associazioni dei consumatori, al fine di contribuire a risollevare le sorti della clientela in difficoltà, collimata nel ritardo nel pagamento delle rate del mutuo. L’iniziativa permette di sospendere le rate del mutuo per un anno: il benefit è tuttavia riservato a chi riesce a dimostrare il contemporaneo possesso di alcuni requisiti non proprio “larghi”.

Il progetto è infatti riservato a coloro che vertono in uno stato di difficoltà oggettiva, che sia generato dalla perdita del posto di lavoro, dalla cessazione del contratto a termine, dalla riduzione del proprio orario di lavoro, dall’entrata in cassa integrazione, dalla morte o dal grave infortunio dell’intestatario del mutuo.

Oltre a quanto sopra, inoltre, il mutuatario dovrà dimostrare di essere titolare di un reddito inferiore a 40 mila euro annui, e di essere altresì intestatario di un mutuo di importo originario inferiore ai 150 mila euro. Di contro, è pur vero come la sospensione del pagamento delle rate del mutuo possa trovare applicazione nei confronti di qualsiasi tipologia di mutuo, e possa ben ottenersi anche nell’ipotesi in cui si sia già verificato un ritardo nei pagamenti delle rate (pur non superiore a 90 giorni consecutivi alla data di presentazione della richiesta). È inoltre necessario, in merito, che il mancato pagamento delle rate sia dovuto a uno degli eventi che forniscono diritto alla sospensione.


Stando a quanto comunicato dall’Abi, hanno già aderito all’iniziativa circa 68 mila mutuatari, per un debito residuo “congelato” pari a oltre 8 miliardi di euro: un’iniziativa che ha pertanto liberato nelle tasche delle famiglie italiane una liquidità aggiuntiva pari a circa 513 milioni di euro, o 7 mila euro per nucleo familiare interessato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*