Gianpaolo Calanchi, l’uomo che rivoluzionerà la logistica italiana?


Classe 1964, milanese, Gianpaolo Calanchi è uno degli uomini forti della nuova era della logistica italiana. Con un passato alla Barilla, Calanchi – insieme a Renzo Sartori – è uno dei fondatori della FISI, gruppo logistico che nel corso di pochi anni ha visto crescere rapidamente il proprio business spingendo sulle buone relazioni imprenditoriali, e sulla capacità di lavorare in network, ponendo in rete rapidità decisionale e agilità tipica delle realtà più piccole.

Con tali prerogative, Gianpaolo Calanchi ha contribuito a lanciare con energia il progetto FISI, conquistando la realizzazione di importanti progetti. Su tutti, ricordiamo, tra i più recenti, le nuove commesse ottenute da Eurospin e Coop Adriatica, in grado di garantire attività per 200 persone, impegnate quotidianamente nella gestione del magazzino, una movimentazione di oltre 45 milioni di colli prevista per il 2012, un deposito di 51 mila metri quadri e un fatturato da 8 milioni di euro.

In particolare, la nuova attività acquisita dalla FISI di Gianpaolo Calanchi e Renzo Sartori nella logistica integrata in Eurospin riguarda il piano di recupero dell’efficienza del magazzino di San Pietro Vernotico, a Brindisi, suddiviso in tre reparti (secco, ortofrutta e deperibile) e da allineare ai migliori livelli dei magazzini del comparto discount alimentare. Un progetto di efficientamento che la FISI continua a seguire attraverso applicazioni di procedure operative e strumenti di lavoro che operano in sinergia con il nuovo layout di magazzino.

Secondo la FISI, l’obiettivo raggiungibile potrebbe essere il miglioramento del 25% dell’efficienza produttiva complessiva del magazzino, sia in termini di produttività del picking e che della piattaforma complessiva. Un obiettivo ambizioso, che secondo Gianpaolo Calanchi – che di FISI è amministratore unico – la società è in grado di raggiungere. “Ci scelgono perchè siamo interlocutori professionali capaci di integrare e accorciare la filiera logistica” – commenta il manager – “le componenti del sistema logistico sono infatti interconnesse e non possono essere ottimizzate singolarmente, ma solo attraverso un approccio di tipo sistemico. Crediamo nella specializzazione e i progetti con Eurospin e Centrale Adriatica Soc. Coop. Rafforzano ancor di più la nostra leadership nel settore del food”.


Per maggiori informazioni, è possibile consultare il sito internet www.gianpaolocalanchi.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*