Rata Mutuo


Nel momento un cui ci troviamo a dover scegliere di accendere un mutuo decidere se avere un mutuo a tasso fisso o a tasso variabile è la prima cosa da fare, perchè questa scelta influirà sull’importo della rata mutuo che dovremo poi pagare per ammortizzare il nostro debito. Esiste infatti la possibilità di scegliere un mutuo con delle rate variabili o con rate fisse.

Il tutto in relazioni agli interessi. Come si sa la rata mutuo è composta da due parti: una di capitale e una di interessi. Nel momento in cui scegliemo un tasso variabile e una rata fissa succede che l’importo della nostra rata non cambierà mai e nel momento in cui arriva un aumento del tasso di interesse applicabile sarà la quota capitale ad essere ridotta per fare spazio alla maggiore quota interessi.

Questo farà si che la nostra rata non cambierà di importo, ma la lunghezza del mutuo e il suo relativo costo si. Al contrario, se sarà una diminuzione del tasso di interesse a sorprenderci, verrà dato maggiore spazio alla quota capitale e meno a quella interessi, accorciando i tempi di rimborso.

Cercate però bene nel foglio informativo del mutuo le regole per la gestione della rata mutuo fissa, che non sempre è garantita e quindi potreste comunque in caso di notevoli aumenti del tasso di interesse trovarvi con una tassa maggiorata, per esigenze di contenimento dei costi per la banca.

Nel mutuo a tasso variabile esiste anche l’opzione di rata variabile. In questo caso diventa necessario imparare a ricalcolare la rata, per non avere spiacevoli sorprese ed essere sempre preparati. Per calcolarla si devono tenere presenti quattro paramentri. Innanzitutto l’Euribor, che è l’indice di riferimento, poi lo spread, che è la percentuale di guadagno della banca e che è dichiarato ad inizio del contratto.

Ammontare della Rata mutuo

A questo punto dobbiamo verificare l’ammontare del debito residuo e la durata residua del prestito. Ottenuti tutti questi dati possiamo procedere al calcolo della nuova rata mutuo. Sarà semplice anche e soprattutto facendosi aiutare dai tanti strumenti che internet mette a disposizione, noi dovremo esclusivamente trovare il tasso aggiornato, che otterremo sommando l’Euribor con lo spread.

Grazie al ricalcolo della rata potrete avere sempre una idea chiara del costo del vostro mutuo e anche una idea precisa di quello che vi troverete a pagare man mano.


Altre pagine correlate: Calcolo mutuo * Contratto mutuo * Mutuo banca *

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*